|Home| |L'Alto Metauro| |L'ambiente| |I 5 Comuni| |Le strutture ricettive| |Ubicazione, itinerari, escursioni| |Mappa del sito|
B&B Appartamento vacanze Bencivenni Prenota subito

Il tartufo bianco:

produzione, ricerca e commercio

Il turista in vacanza negli alberghi, bed and breakfast, agriturismi o appartamenti vacanza dell'Alto Metauro, ha l'opportunità di acquistare a prezzi vantaggiosi e gustare il tartufo bianco pregiato "Tuber Magnatum Pico", qui, infatti, si armonizzano i tre fattori che ne rendono possibile la crescita: il terreno, il clima e le essenze vegetali adatte. Questa fortunata combinazione è tale per cui l’itera area alto metaurense è produttrice di grandi quantità di tartufi di eccellente qualità che a volte raggiungono pezzature eccezionali, in alcuni casi anche superiori al chilogrammo.


Di notevole interesse gastronomico è anche il Tartufo Nero Pregiato "Tuber Melanosporum Vitt", che cresce anch’esso nella nostra zona in periodi diversi dal tartufo bianco.


Queste condizioni hanno fatto della ricerca e del commercio del tartufo un’attività economica importante che ha creato un buon mercato; questo, oltre che, dall’abbondanza e dalla qualità del prodotto, è stato agevolato dalle numerose mostre e fiere del tartufo che in autunno si svolgono in molti centri dell’entroterra pesarese e dell’Alta valle Tevere. In Alto Metauro l’iniziativa più significativa è la "Mostra Mercato del tartufo" di Sant’Angelo in Vado.
L’abilità e l’esperienza dei cavatori di questa zona è proverbiale sia nella ricerca che nell’addestramento dei cani da tartufo.
Nei periodi della raccolta i nostri commercianti raccolgono i tartufi direttamente dai cercatori con cadenza quotidiana, ciò assicura qualità, freschezza e prezzo vantaggioso a quanti si rivolgono ad essi senza passare attraverso altri intermediari.

Tartufi 1.JPG (12185 byte) I tartufi, un prodotto prezioso dell'Alto Metauro
Sul far del giorno i tartufai e i loro  cani sono già al lavoro Tartufaio con cane controluce.JPG (4578 byte)
Tartufaio con cane.JPG (9533 byte) Il cane ha trovato il tubero, il tartufaio si accinge a scavare
Sant'Angelo in Vado, gruppo di tartufai presso il monumento al cane da tartufo Tartufai al monumento.JPG (12723 byte)